GDRITALIA – Alla scoperta dei live fantasy all’ombra del Vesuvio

Cari amici di Mondo Larp, oggi parliamo di live fantasy a Napoli!

Complici una situazione socioeconomica non facilissima e una posizione geografica relativamente isolata rispetto alle roccaforti di Roma e dell’asse Milano-Bologna, il larp fantasy napoletano non brilla per numero di giocatori né per varietà dell’offerta, specialmente se raffrontato alle dimensioni della città. Ciononostante, nella metropoli del Sud ci sono due associazioni che, in modo diverso, hanno attirato la nostra attenzione.

La prima è Soliptica, associazione fondata nel 2012 essenzialmente da ex giocatori di GRVItalia con esperienza decennale, tra cui alcuni con capacità organizzative notevoli. L’associazione propone un fantasy classico (anche se a livello di ambientazione ci sono cose un po’ stravaganti come una razza di uomini-pesce e un popolo ispirato al Giappone feudale) con un approfondito sistema economico. A livello di regolamento (Lorien-discendente, ma esposto in maniera un po’ strana e di una certa complessità, cosa insolita per un Lorien) è originale l’uso di punti stamina (recuperati quando il personaggio riposa) per attivare le abilità. Le chiamate sono in inglese per evitare confusione con il normale parlato, e le magie servono solo per incantare oggetti o persone. Il dettagliatissimo erbario (tipico di molte associazioni del Sud) si accompagna a una regolamentazione altrettanto dettagliata dei diversi tipi di legno, minerali, pozioni ecc. Non c’è time-out per dormire, anche la notte è in gioco. Soliptica è una delle associazioni del Sud più interessate a un gioco maturo, al confronto con le altre realtà italiane e allo sviluppo del larp meridionale, e le qualità umane di organizzatori e giocatori (perlopiù tra i 16 e i 30 anni) sono spesso lodate: “Da parte mia posso solo dire di essere felice di stare con loro”, ci dice una giocatrice; “forse a volte possono nascere dei piccoli screzi, ma sono quelle piccole imperfezioni che rendono stupendo il quadro che compone Soliptica”.